Project Description

Gianfranco Cantadori

In memoria
di Gianfranco

Una risata prodigiosa e contagiosa.

Gianfranco Cantadori

In memoria
di Gianfranco

Una risata prodigiosa e contagiosa.

All’Agriturismo Le Caselle di San Giacomo delle Segnate, basso mantovano che ha già il sapore dell’Emilia, ci si andava perché Gianfranco, scomparso nel Marzo 2019 dopo una malattia incurabile, ti avrebbe fatto sentire come uno di casa.

Oltre che a farti mangiare meglio di casa, con le sue battute e gli aneddoti sulla sua vita, sembrava non prendersi mai sul serio. Ma molto sul serio aveva invece preso il suo lavoro, tanto da farne una missione. Gianfranco ha sempre portato avanti con ostinazione e coerenza principi etici e rispettosi dell’ambiente nello svolgere il suo lavoro di allevatore e agricoltore. L’amicizia, l’ironia e la serietà sono i piatti più buoni che Gianfranco insieme alla moglie Raffaella, ha servito ai suoi ospiti. Gianfranco era un agricoltore, un Don Chisciotte capace di dimostrare che si possono allevare galline, faraone e capponi all’aperto, quando gli allevamenti intensivi li chiudono a migliaia in capannoni, oppure di finire su riviste, guide gastronomiche e trasmissioni televisive, riscoprendo piatti che erano l’opposto della nostra modernità frenetica, come “il cappone dei Gonzaga” cotto nella vescica con la canna di sambuco, un piatto sontuoso che per gustarlo bisognava avere due merci rare: tempo e amici. Insieme a Raffaella, Gianfranco ha realizzato il “Progetto Terre Vive di Segnate” che dal 2016, in collaborazione con il Comune di San Giacomo delle Segnate e l’ATS Valpadana che, grazie al prezioso supporto della Dott.ssa Biologa Maria Chiara Bassi, offre corsi di cucina finalizzati alla prevenzione delle malattie metaboliche e tumorali con una corretta alimentazione e attività fisica. Raffaella continua a testa bassa la missione di Gianfranco con l’obiettivo di seguire e perseverare la sua filosofia in ogni aspetto, nello stile di vita, nell’importanza della terra e nel dare al cibo quel valore che si merita. Gianfranco e Raffaella avevano conosciuto il progetto in memoria di Francesca e insieme ne avevano apprezzato le finalità. E’ stato per questo che quando Raffaella è rimasta sola, ha voluto coinvolgere gli amici di Gianfranco per sostenere la ricerca oncologica che la Fondazione Pirozzi sta finanziando. Un modo concreto per ricordare Gianfranco e rendere “utile” qualsiasi donazione in sua memoria.

Effettua una donazione on-line

 

Effettua un bonifico

INTESA SAN PAOLO
IBAN: IT57U0306909606100000162163
SWIFT: BCITITMM

CREDEM
IBAN: IT30E0303257770010000002440
SWIFT: BACRIT21082

Quando effettui un bonifico o una donazione on-line, ricorda d’inserire nella causale anche nome, indirizzo e codice fiscale, questo ci permette di emettere direttamente la ricevuta.